Decadenza dagli studi

DECADENZA DAGLI STUDI

1. E’ tanto tempo che non sostengo esami e non pago le tasse. Ciò cosa può comportare?
L’inerzia totale (non sostenere esami) per un determinato periodo di tempo può comportare la
“Decadenza” dagli studi. Gli esami precedentemente sostenuti non necessariamente potranno
essere convalidati in caso di nuova immatricolazione in virtù dell’obsolescenza dei contenuti
formativi

2. Quando si verifica la Decadenza?
Vi sono varie tipologie di decadenza dagli studi:

  • Per gli studenti immatricolati fino all’a.a. 1997/1998 la decadenza intercorre dopo otto anni
    accademici in qualità di studente fuori corso senza aver sostenuto esami anche con esito
    negativo (bocciatura verbalizzata), né aver effettuato passaggio ad altro corso di studio o
    trasferimento ad altro corso di studio di altro ateneo.
  • Per gli studenti immatricolati dall’a.a. 1998/99 all’a.a. 2000/2001 la decadenza intercorre
    dopo otto anni accademici consecutivi senza aver sostenuto esami di profitto con esito
    positivo.
  • Studenti immatricolati dall’a.a. 2001/2002 la decadenza intercorre dopo cinque anni
    accademici consecutivi senza aver sostenuto esami di profitto con esito positivo.

3. Sono passato ad un corso di laurea di un diverso ordinamento. Quando interviene la mia
decadenza?
Il passaggio da un ordinamento ad un altro comporta che la decadenza si computi secondo le
regole dell’ordinamento relativo al nuovo corso (vedi domanda precedente ultimo punto).

4. Come faccio a sapere ufficialmente che sono decaduto dagli studi?
La decadenza dagli studi è comunicata dall’Ateneo (a mezzo posta raccomandata) al domicilio
dello studente indicato all’atto dell’immatricolazione e, comunque, risulta sul proprio profilo
personale in segrepass.

5. Cosa devo fare una volta ricevuta la comunicazione di decadenza?
Non c’è nessun adempimento da compiere. Nel caso in cui in fase di immatricolazione fosse stato
consegnato il diploma di maturità originale, per poterlo ritirare, bisogna recarsi allo sportello
dell’Ufficio di Segreteria muniti della comunicazione di decadenza e di un valido documento di
identità personale.

6. Sono decaduto. Cosa posso fare per ripristinare la mia carriera universitaria?
Purtroppo la decadenza dagli studi è irrevocabile e comporta l’impossibilità di ripristinare la
carriera universitaria dichiarata decaduta.

7. Mi posso iscrivere, di nuovo, allo stesso – o ad altro – corso di laurea?
Si. Ci si può iscrivere allo stesso corso di laurea o ad altro corso ma, esclusivamente,
all’ordinamento vigente al momento della nuova iscrizione.

8. Qualora mi iscrivo nuovamente gli esami che ho fatto, nella precedente carriera decaduta,
mi verranno convalidati?
Gli esami fatti nella pregressa carriera possono essere sottoposti alla valutazione della competente
Struttura Didattica.
Il riconoscimento degli esami non è automatico. In alcune Strutture Didattiche vige il principio
dell’obsolescenza dei contenuti formativi per cui tutti gli esami, o alcuni di essi, potrebbero essere
considerati non convalidabili.

9. Vorrei farmi valutare gli esami della carriera pregressa, come devo fare?
Entro la metà del mese di Settembre di ogni anno è possibile presentare, agli sportelli degli Uffici
di Segreteria Studenti, una richiesta preventiva sul riconoscimento degli esami superati nella
precedente carriera decaduta.

10. Sono decaduto dagli studi ed ho intenzione di immatricolarmi, nuovamente, presso l’Ateneo
Federico II. Come devo fare?
L’immatricolazione deve essere effettuata on-line collegandosi a www.segrepass.unina.it .
In una delle fasi di immatricolazione il sistema chiederà di indicare se si è in possesso di carriera
pregressa e, a quel punto, bisognerà rispondere affermativamente. Dopo aver pagato le tasse ed
ottenuto la matricola (circa una settimana dopo aver effettuato il pagamento) bisognerà
consegnare il plico, stampato tramite la procedura, alla Segreteria Studenti.