Passaggio di corso di laurea

PASSAGGIO DI CORSO DI LAUREA

 

1. A chi mi devo rivolgere per effettuare il Passaggio di Corso di Laurea?
La domanda di passaggio si deve effettuare esclusivamente online accedendo a segrepass.

 

2. Cosa devo fare per effettuare il passaggio?
Dopo aver regolarizzato l’iscrizione al corso di studi di provenienza (inserimento isee e pagamento
della I rata e della tassa regionale) si può compilare, sempre tramite segrepass, la domanda di
passaggio online che prevede il pagamento di un contributo di passaggio (la procedura consentirà
di generare un mav bancario per effettuare il pagamento)

 

3. Entro quando posso fare un passaggio di Corso di Laurea?
Il passaggio di corso di laurea può essere effettuato dal 1 Settembre al 31 Ottobre.

 

4. Se sono in ritardo posso effettuare comunque il Passaggio?
Si, anche dopo il 31 ottobre è possibile effettuare la domanda di passaggio online. Ma, oltre al
contributo di passaggio, è necessario pagare un contributo di mora che verrà automaticamente
generato da segrepass. Dopo il 15 maggio non sarà più possibile presentare online la domanda di
passaggio. Bisognerà recarsi in segreteria presentando:
-la domanda di passaggio cartacea (http://www.unina.it/modulistica/segreteria-studenti)
-le ricevute di pagamento del contributo di passaggio, del contributo di mora e l’istanza di
autorizzazione rettorale fuori termine in bollo (http://www.unina.it/didattica/sportellostudenti/guide-dello-studente)

 

5. Cambierò la matricola?
Si, qualche giorno dopo il pagamento del contributo di passaggio e dell’eventuale contributo di
mora verrà assegnata automaticamente una nuova matricola. Per conoscerla sarà sufficiente
accedere a segrepass con il codice fiscale ed il pin (che resta invariato).

 

6. Avrò un altro libretto?
No. Verrà aggiornato quello originario (se posseduto) con i dati del nuovo Corso di Laurea.
L’aggiornamento del libretto sarà effettuato dalla Segreteria di destinazione.

 

7. Quali esami mi verranno convalidati?
Non è compito della Segreteria decidere quali esami convalidare.
Sarà la struttura didattica competente a stabilire quali e quanti esami/CFU potranno essere
convalidati.

 

8. A che anno sarò iscritto?
Non è compito della Segreteria decidere a che anno di corso iscrivere lo studente.
Sarà la Struttura Didattica competente a stabilire l’anno di iscrizione.

 

9. Quanto tempo è necessario per avere la risposta della Struttura Didattica del corso di
destinazione?
Non è possibile stabilire un tempo preciso.
La Struttura Didattica si riunisce, generalmente, una volta al mese e le Delibere vengono
successivamente trasmesse alla Segreteria che provvede, tempestivamente, ad aggiornare la
carriera dello studente. Fino a quando non sarà stata valutata la carriera pregressa non sarà
possibile sostenere gli esami del corso di studi di destinazione.

 

10. Come faccio a sapere se la mia pratica è stata esaminata?
Lo studente si può collegare a SEGREPASS inserendo come nome utente il suo codice fiscale (o in
alternativa la nuova matricola) ed il codice PIN che è uguale a quello utilizzato nel precedente
Corso di Laurea.

 

11. Come devo fare per conoscere nel dettaglio se devo fare integrazioni o quali esami sono stati
convalidati completamente?
Una volta accertato che la pratica è stata esaminata (vedi domanda precedente) ci si deve
rivolgere alla Segreteria di destinazione la quale rilascerà una copia della delibera della Struttura
Didattica contenente l’esatta indicazione degli esami convalidati.

 

12. Se devo integrare un esame come devo fare?
Con la delibera della struttura Didattica competente, rilasciata dalla Segreteria, ci si deve rivolgere
al docente titolare di cattedra dell’esame convalidato parzialmente.

 

13. In cosa consiste l’integrazione e qual è il programma al quale devo fare riferimento?
La Segreteria non conosce i programmi stabiliti per le integrazioni. E’ una questione strettamente
didattica di cui è responsabile il docente titolare di cattedra.

 

14. Gli esami convalidati fanno media?
Si. Gli esami convalidati fanno media cosi come le relative integrazioni. Il voto finale è il risultato
della media dei voti dei convalidanti (quando l’esame è convalidato completamente) oppure il
risultato della media tra convalidanti e integrazione.